Sede di Biologia animale e dell'uomo

Cenni storici

 

La Biblioteca storica del Dipartimento di Scienze della Vita, sezione di Biologia Animale dell’Università di Torino, raccoglie 7700 volumi di monografie e 10500 volumi di periodici storici, molti antecedenti il 1830 e quindi considerati antichi anche in base agli standard catalografici.

L’interesse rivestito dalla biblioteca storica consiste soprattutto nelle pubblicazioni illustrate da incisioni in bianco e nero (cinquecentine e seicentine) o da tavole colorite a mano (opere più recenti, dalla seconda metà dell’Ottocento in poi).  Spesso l’illustrazione di un volume si riduce al solo frontespizio, alcune volte vi è anche un’incisione recante il ritratto dell’autore o del dedicatario.

Molti volumi riguardano la zoologia sistematica, altri la zoologia e la botanica, altri l’anatomia umana; c’è una buona presenza di opere di geologia, di storia naturale, di medicina, di paleontologia, in lingua latina, francese, tedesca e italiana.

In questi ultimi due anni il Dipartimento di Scienze della vita ha prodotto due CD:  il primo riguarda la storia del museo di zoologia dell’Università di Torino attraverso la vita e l’opera dei suoi primi cinque direttori (Franco Bonelli, Giuseppe Gené, Filippo De Filippi, Michele Lessona e Lorenzo Camerano), ed è stato edito in occasione del bicentenario della nascita di Charles Darwin (1811), poiché queste personalità, ad eccezione di Bonelli, erano chi più chi meno aderenti all’evoluzionismo.

il secondo CD riproduce ampi stralci delle illustrazioni di due opere enciclopediche illustrate.  La prima di queste opere, l’Historiae Naturalis (1657) di John Jonston (1603 – 1675) comprende due volumi abbondantemente illustrati, con l’intento di mostrare l’intera congerie degli esseri animali del mondo conosciuto, suddivisi secondo i criteri aristotelici che a quei tempi erano - se pure per poco - ancora validi. Le illustrazioni sono delle incisioni su metallo, e sono state tutte riportate sul CD, poiché mancanti di una buona digitalizzazione in rete.  Gli illustratori sono i fratelli  Caspar e Matthias  Merian Jr. Il testo non è stato da noi digitalizzato poiché presente su internet ad un buon livello di riproduzione.

La seconda opera, ampiamente riprodotta nel CD, l’Histoire Naturelle Générale et  particulière avec la description du Cabinet du Roi (1749 – 1767), di Georges-Louis  Leclerc de Buffon (1707 – 1788) et Louis-Jean-Marie Daubenton (1716 – 1799) consiste di ben quindici volumi e intende mostrare con completezza tutti i quadrupedi del mondo conosciuto. Si tratta anche in questo caso di incisioni su metallo, ma la qualità delle illustrazioni è decisamente più alta che nell’opera di Jonston. L’illustratore è Jacques  De Sève. Abbiamo ritenuto utile eseguire la digitalizzazione di tali illustrazioni poiché, benché presenti in rete, esse sono di bassa qualità.

Tutte e due i CD realizzati sono a disposizione delle persone interessate e delle scuole presso gli uffici della Biblioteca del Dipartimento.